Si tagliano le unghie ai gatti?

Dipende, un gatto che vive abitualmente fuori da casa non ne ha bisogno, ma un gatto che vive in casa non ha modo di consumarle sufficientemente e quindi si formeranno delle unghie a uncino che potranno rimanere impigliate sulle nostre maglie, divani e tende.

Per tagliare le unghie al gatto si possono utilizzare anche le tronchesi che usiamo per accorciare le nostre ma io consiglio le specifiche forbici per gatti che si trovano in commercio e non hanno un elevato costo. Come sempre è bene abituare il cucciolo al taglio in modo che l’operazione risulti familiare.

La procedura non è difficile prendete il cucciolo in collo con il pancino rivolto verso l’alto, dopodiché prendete una delle due zampine anteriori (si tagliano le unghie solo delle zampe anteriori) e con il pollice e l’indice della mano libera dalle forbici, delicatamente stringete un dito alla volta, questa operazione farà si che l’unghia sia a voi bene visibile e potrete tagliarla. Attenzione si taglia solo l’estremità curva, circa 2/3 mm, quella cioè non irrorata dal sangue cercando di fare un taglio perpendicolare all’unghia stessa. Come sempre se l’operazione non è gradita, abituiamo il nostro cucciolo per gradi, giorno dopo giorno senza mai forzare i tempi.